cibo, vino e quantobasta per essere felici

AQUA IN BOCCA: vince il Linussio

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Linussio ersa aqua in boccaLinussio ersa aqua in bocca

“Doppio raviolo con polenta e Montasio”. E’ con questa ricetta, un raviolo ripieno di carne AQUA, presentata nella giornata decisiva di gara, che l’istituto Linussio di Tolmezzo ha vinto il concorso di cucina “AQUA in bocca”, organizzato dall’agenzia regionale Ersa nell’ambito della fiera Agriest di Udine.  Il concorso, che si è concluso oggi con la cerimonia di premiazione e la consegna dei premi da parte dell’assessore regionale Mariagrazia Santoro, ha visto sfidarsi ai fornelli gli allievi dei quattro istituti alberghieri della regione: Stringher di Udine, Flora di Pordenone, Pertini di Grado e Linussio di Tolmezzo.
Durante la gara, condotta dal macellaio e giornalista televisivo Fabrizio Nonis, le quattro squadre hanno ideato e preparato ricette di propria invenzione utilizzando i prodotti appartenenti al marchio di qualità agroalimentare regionale AQUA.


Il lavoro dei ragazzi è stato valutato e giudicato da una giuria tecnica, di professionisti del settore. Rappresentanti delle Ladychef, della Federazione italiana cuochi, dell’Unione cuochi FVG e dei ristoratori della regione, nelle giornate di venerdì e di sabato. Per la giornata di domenica 25 gennaio, invece, la giuria era composta da tre grandi nomi della cucina regionale e non solo. Emanuele Scarello, Alessandro Breda e Alessandro Gavagna, tre chef stellati Michelin, hanno osservato da vicino il lavoro delle quattro brigate di cuochi, e degustato attentamente il piatto preparato durante le due ore di durata dello show cooking. Ad aggiudicarsi la gara è stato appunto l’istituto Linussio di Tolmezzo, ma esemplare è stato il lavoro di tutti i ragazzi che hanno partecipato al concorso, che, assieme ai docenti che li hanno preparati, hanno saputo raccogliere con entusiasmo la sfida lanciata dall’Ersa: utilizzare prodotti di qualità della nostra regione, ma anche sottoporsi al giudizio, a volte severo, di chi svolge da anni, e ai massimi livelli, la professione per la quale questi studenti si stanno preparando. Si è trattato di un’opportunità di crescita sia umana che professionale, nella quale i partecipanti hanno potuto mettere in pratica le competenze acquisite a scuola, e toccare con mano la realtà di un mestiere in cui, certo, c’è un lato spettacolare ma in cui c’è soprattutto tanta fatica, ricerca e passione.  
Leggi anche AQUA IN BOCCA con le stelle  + Potrebbe interessarti anche Ersa ad Agriest con AQUA in bocca

Nonis ScarelloNonis Scarello

 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.