fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Agro tech specialist: iscrizioni aperte al Malignani di Udine

5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 5.00

MitsMitsMits droneMits drone

L'agricoltura e la viticoltura guardano al futuro. Tra droni e agricoltura 4.0 la formazione dei nuovi Agro Tech Specialist. Una proposta didattica specializzata per formare i professionisti agricoli del domani, con particolare attenzione al mondo del vino così importante in regione: accordo di collaborazione tra MITS - Malignani Istituto Tecnico Superiore e associazione nazionale Città del Vino, attraverso il suo coordinamento del Friuli Venezia Giulia, per promuovere il nuovo Istituto Tecnico Superiore Sistema Agroalimentare - Agro Tech Specialist con sede a Udine.

L'Istituto Tecnico Superiore è una scuola post diploma, parallela ai corsi universitari, ad alta specializzazione, finalizzata all’inserimento nel mondo del lavoro di figure professionali nelle aree tecnologiche strategiche per lo sviluppo economico e la competitività delle imprese. Le Città del Vino diffonderanno a livello nazionale i programmi dell’Istituto.

Ipplis  ph Fabrice GallinaIpplis ph Fabrice Gallina

“In un Paese che vive la condizione paradossale di un'alta disoccupazione giovanile ma in cui un’azienda su tre non trova lavoratori qualificati - dichiara Ester Iannis direttore MITS Udine -, il MITS è al servizio del mondo produttivo per intercettare il cambiamento delle competenze richieste, per costruire percorsi di formazione post diploma di alta specializzazione coerenti e offrire ai giovani la possibilità di inserimento di qualità nel mondo del lavoro grazie al possesso di saperi tecnici avanzati, saperi digitali nativi, capacità di problem solving. Il corso Agro Tech Specialist è stato co-progettato con le aziende di un settore produttivo di eccellenza, che vive un presente sempre più 4.0: l’auspicio è che i giovani in possesso di diploma superiore sappiano cogliere questa nuovissima opportunità formativa che li porterà in soli due anni ad operare in un mondo che coniuga tecnologia, natura e sostenibilità. La condivisione di obiettivi e visione con Associazione nazionale Città del vino per il MITS è motivo di orgoglio e di fiducia”.

"Siamo pronti a far conoscere a livello nazionale a tutti i nostri Comuni associati - aggiunge Tiziano Venturini, coordinatore regionale delle Città del Vino del Friuli Venezia Giulia -, in cui vivono e operano migliaia di famiglie attive in viticoltura, questa proposta didattica d'eccellenza del MITS Udine. Uno sguardo orientato al futuro del comparto, da cui discende una ricerca della qualità attraverso la quale, successivamente, possono beneficiarne anche gli enoturisti che sono il nostro pubblico di riferimento".

IL CORSO

L'agro tech specialist che viene formato è un tecnico superiore responsabile delle produzioni e delle trasformazioni agrarie, agro-alimentari e agro-industriali, e specializzato nelle tecnologie applicate agli impianti, alle macchine e alle attrezzature delle aziende agricole, in particolare vitivinicole, sempre più orientate al 4.0.

Digitalizzazione, tecniche di acquisizione dei dati, intelligenza artificiale, utilizzo dei droni in agricoltura, sistemi Gis attraverso la cartografia digitale agricoltura di precisione: queste le materie d'insegnamento, nuove tecnologie e competenze sempre più richieste, per una gestione del vigneto agro-ecologica, sostenibile e di qualità.

Il corso dura 4 semestri per 2000 ore di attività formative e 750 ore di stage in azienda. I candidati devono essere in possesso del diploma di scuola secondaria superiore (Istituti tecnici, Licei, Istituti professionali). Le selezioni sono previste in data 23 luglio e 16 settembre 2021, previa presentazione di domanda di ammissione on-line in base alle indicazioni riportate alla sezione Bandi/ammissione studenti  Gli allievi possono beneficiare delle agevolazioni ARDISS FVG per l’assegnazione di alloggi, borse di studio e degli altri sostegni per il diritto allo studio. 

INFO QUI 

NOTE A MARGINE “L’agricoltura, e in particolare la viticoltura, sono tra i comparti più radicati nel passato e allo stesso tempo proiettati nel futuro – ha sottolineato  Ernesto Abbona, Presidente Unione Italiana Vini, al recente Enovitis che ha registrato grandi successi di pubblico e operatori. Dalla guida autonoma all’intelligenza artificiale, e anche nel campo della sostenibilità. Il lavoro in vigna anticipa le tendenze e si fa promotore di un savoir faire e di un know how all’avanguardia. Dall’impianto del vigneto alla gestione di suolo e chioma, passando per la vendemmia e la protezione fitosanitaria e la nutrizione, Enovitis in campo si è confermata la vetrina privilegiata per l’intera gamma di prodotti, attrezzature, macchine e tecnologie dedicate alla viticoltura, una finestra live sul dinamismo delle soluzioni per un lavoro in vigna sempre più innovativo. 

P. S. : Nel 2022 la 16^ edizione di Enovitis si svolgerà in Friuli-Venezia Giulia. 

 


Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata