cibo, vino e quantobasta per essere felici

Presentazione della guida alle sagre fvg

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Domenica 10 marzo alle 11.00, all'Auditorium Comunale di Bertiolo - in occasione dei festeggiamenti per la 64° edizione della Festa del Vino - le sagre "tipicamente friulane" si presentano in una guida

dal titolo "Sagris in Friuli Venezia Giulia", guida tascabile alle tipiche feste di paese e di città.
La nuova pubblicazione, a cura della direzione Centrale Risorse rurali agroalimentari e forestali della Regione FVG,  raccoglie tutte le sagre del circuito del “Tipicamente Friulano”. Un viaggio alla riscoperta delle tradizioni della
 regione attraverso le
 tante tappe rappresentate dalle 
circa sessanta manifestazioni.

Oggi, le sagre, attraverso il circuito del Tipicamente Friulano, le Pro Loco e le tante associazioni e comitati del Friuli Venezia Giulia, possono crescere come parte di un sistema unico e diventare un'importante opportunità di promozione e vendita per tutti i prodotti di territorio, contribuendo così alla crescita delle piccole e medie aziende agricole regionali. Suddivise a seconda della 
stagionalità – e questo rende la guida, in un certo senso “perpetua” – ogni festa racconta di sé, attraverso testi ed immagini, mettendo sempre al centro la tradizione e il prodotto tipico.


«Oggi sono ben quarantuno le associazioni Pro Loco regionali che sono entrate nel circuito del Tipicamente Friulano – spiega Valter Pezzarini, Presidente del Comitato FVG UNPLI – e riteniamo che questo riconoscimento oltre ad aiutare gli eventi a crescere sempre di più facendoli diventare parte di un sistema, rappresenti una garanzia di autenticità per il pubblico e un’opportunità di promozione e valorizzazione per tutte le aziende di prodotti tipicamente friulani».
 
LA SAGRA, UN’OPPORTUNITÀ. Oggi, si sa, la sagra è sinonimo di ambiente informale, genuino e del mangiare e bere con un buon rapporto qualità - prezzo e il Friuli Venezia Giulia possiede un ricco patrimonio di queste tipiche feste delle comunità, spesso dedicate ai santi patroni o a prodotti dell’enogastronomia. Feste che diventano anche un veicolo strategico di promozione del prodotto locale, di quelle tante nicchie che compongono il paniere agroalimentare regionale. Un poliedrico mosaico che racchiude una straordinaria ricchezza e che in questa guida, rendono una visione d’insieme, un ampio, colorato e variegato quadro della regione, fatto da luoghi da scoprire, persone e sapori.

LA FORZA DELLE SAGRE. La Regione abbinando il Tipicamente Friulano a queste feste paesane, le sagre, - nate dalla volontà e impegno delle Pro Loco e delle tante associazioni e comitati festeggiamenti regionali - intende valorizzarle in un processo di crescita e miglioramento qualitativo, incrementando sempre di più l’utilizzo dei prodotti di territorio, creando un momento non solo promozionale ma anche economico, permettendo così di sostenere e aiutare a crescere le aziende agricole locali. Oggi chi va a una sagra tipicamente friulana è sicuro di trovare prodotti genuini, fatti localmente a un costo che è vantaggioso tanto per chi consuma che per chi produce.

Si tratta di una corposa guida tascabile, dalla grafica vivace che con i testi sono stati curati dallo Studio Patrizia Novajra con anche le belle immagini di autori noti come Ulderica Da Pozzo o dei forestali Dario Di Gallo e Stefano Zanini e altri meno noti.


LA DEDICA. All’inizio della guida si legge: “Una guida dedicata a tutti quegli uomini
 e quelle donne che con il loro impegno spontaneo organizzano le piccole e grandi sagre paesane e
di città del Friuli Venezia Giulia, contribuendo così
a mantenere il ricordo del dì di festa e l’aggregazione delle comunità intorno a storia, riti, arte, leggende, vini, cibi e antiche ricette attirando pure l’interesse
di ospiti foresti. L’identità del popolo rurale resta così salda, mentre le culture diverse hanno l’occasione di conoscersi meglio attraverso le tavole imbandite”.


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.