cibo, vino e quantobasta per essere felici

Nove giorni di Artigiano in fiera a Milano

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Le eccellenze enogastronomiche del Friuli Venezia Giulia riunite in una collettiva che ha sorpreso tutti per unità e qualità

Si è appena conclusa la sedicesima edizione di Artigiano in Fiera (3 – 11 dicembre 2011):  su uno spazio di oltre mille metri quadrati, di cui circa 700 interessati dagli allestimenti coordinati dall’Agenzia regionale per lo sviluppo rurale, Ersa, è stato rappresentato il meglio dei prodotti agroalimentari del Tipicamente Friulano, inclusi i vini e la ristorazione di qualità.

“In molti si sono meravigliati - sottolinea Claudio Violino, Assessore alle Risorse rurali, agroalimentari e forestali del Friuli Venezia Giulia - di come la nostra regione sia stata capace di riunire sotto la bandiera del Tipicamente Friulano i principali Consorzi e Associazioni del comparto agroalimentare regionale, incluso il vitivinicolo. L’obiettivo era quello di uscire dai confini regionali promuovendo la varietà e qualità dei nostri prodotti in una delle piazze italiane che, forse più di altre, è all’origine di mode e tendenze nel settore del gusto e ci siamo riusciti.”

Nella giornata di venerdì si è tenuto un importante incontro tra l’Assessore Violino e Antonio Intiglietta, presidente Ge.Fi. Gestione Fiere SpA, Enrico Pazzali, Amministratore Delegato di Fiera Milano, Alberto Mina, Direttore Relazioni istituzionali e sviluppo del tema di Expo 2015 e l’omonimo Assessore all’agricoltura della regione Lombardia Giulio De Capitani, presente anche Mirko Bellini, Direttore Generale di Ersa, volto a consolidare la collaborazione che dovrà portare il Tipicamente Friulano al centro delle grandi tematiche protagoniste dell’Expo 2015.

“Il nostro obiettivo – precisa l’assessore Violino – è quello di creare un percorso di continuità che,  partendo da Artigiano in Fiera, giunga fino alla partecipazione ad Expo 2015, una campagna per far conoscere il prodotto friulano e farci conoscere come Regione. E’ nostra intenzione – prosegue Violino - costruire un programma capace di dare visibilità al prodotto friulano. Seguiremo questo mercato molto attentamente – conclude l’Assessore Violino – e questo è il principale motivo per cui le aziende friulane sono state presenti ad Artigiano in Fiera con la possibilità di vendere i loro prodotti.-

Tra i prodotti maggiormente ricercati e acquistati a Milano vanno segnalati i formaggi per i quali si sono creati veri e propri parapiglia pur di accaparrarseli. Sulle 160 forme di formaggio vendute 80 erano di Latteria, 10 di Formadi Frant e 11 di formaggio Asìno (il formaggio salato delle Valli pordenonesi), ma sono stati anche venduti 15 quintali di farina di polenta, 5 di polenta precotta e sono stati serviti 26.000 calici di vino presso l’Enoteca dei vini del Friuli Venezia Giulia e oltre 6.000 pasti dal ristorante del Tipicamente friulano.

 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.