cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

è bello ed è gratis

Napoli Pizza Village il food festival dei record

Pizza, musica e cultura: 10 giorni di promozione turistica e gastronomica rispettando l’ambiente. Numeri da record per il Napoli Pizza Village, raccontati al Comune di Napoli in occasione della presentazione della nona edizione. Il primo food festival al mondo, riconoscimento ricevuto a dicembre 2018 a Las Vegas all’evento The FestX Awards, mira a conquistare nuovi primati in particolare sul mercato dell’incoming turistico. Forte di oltre un milione di presenze all'edizione 2018, la manifestazione si presenta con nuovi canali internazionali di turismo, grazie a un accordo con la quarta compagnia aerea al mondo, l’United Airlines, e alla conferma di quello con Trenitalia per l’arrivo a Napoli del pubblico italiano e straniero. Al Napoli Pizza Village 2019 saranno presenti troupe di televisioni francesi, tedesche, inglesi, arabe e persino giapponesi che seguiranno la manifestazione promuovendo, di conseguenza, l’evento e la città Napoli.  La prima radio d’Italia, RTL 102, 5, ogni giorno trasmetterà in diretta da Napoli per oltre nove ore dal truck al centro del villaggio e dal palco del Napoli Pizza Village, 

L’edizione 2019, prologo al decennale del prossimo anno, punta sulla qualità cominciando dall’impatto ambientale sposando in toto il concetto di evento plastic free, sostituendo piatti, bicchieri, posate ed altro materiale in plastica con prodotti biocompostabili e biodegradabili. Servizio navetta con mezzi pubblici per raggiungere l’evento.

da sx Roberto Colombo (AD Rossopomodoro) Alessandro Marinacci (Oramata Grandi Eventi) Franco Manna (pres Rossopomodoro) Lino Cutolo (Ciao Pomodori) Claudio Sebillo (Oramata) (Fulvio Giuliani RTL 102,5) Antimo Caputo (Mulino Caputo)da sx Roberto Colombo (AD Rossopomodoro) Alessandro Marinacci (Oramata Grandi Eventi) Franco Manna (pres Rossopomodoro) Lino Cutolo (Ciao Pomodori) Claudio Sebillo (Oramata) (Fulvio Giuliani RTL 102,5) Antimo Caputo (Mulino Caputo)

 

Rafforzata la partnership con il title sponsor di Mulino Caputo. Numerose le iniziative a corollario della manifestazione: convegni, dibattiti, iniziative didattiche, con Pizza Class e Pizza Kid, ma anche competitive come il Mondiale del Pizzaiolo (16-18 settembre) o di promozione come NPV D’Essai.

La pizzeria più grande al mondo, lunga circa un chilometro e 200 metri con 50 forni in batteria delle pizzerie storiche napoletane, che lo scorso anno ha sfornato una pizza ogni 34 secondi, resta comunque il cuore del Napoli Pizza Village dove i maestri pizzaioli sono i grandi attori e autori del successo.

Al Napoli Pizza Village l’accesso al villaggio e a tutti gli eventi, incluse le esibizioni sul palco, è gratuito. A pagamento solo il ticket menu, acquistabile anche on line, che costa sempre 12 euro e comprende pizza, bibita, caffe e dolce o gelato.

Napoli Pizza Village sinergia di intenti

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni