cibo, vino e quantobasta per essere felici

Misurare la qualità chimica del caffè

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Misurare la qualità chimica del caffè

Parla italiano, anzi friulano, il primo metodo al mondo per valutare la qualità chimica dei caffè. Si chiama Absis Coffee Test ed è stato sviluppato da Absis Consulting, spin-off accademico dell’Università di Udine.

 Partendo da una serie di analisi che individuano e misurano la concentrazione di determinate molecole, il test fornisce un indice di qualità, l’Indice Absis, misura della perfezione e della profondità del prodotto.

“Siamo riusciti a individuare le molecole chiave che determinano la qualità di un caffè, spiega Roberto Zironi, direttore del Dipartimento di Scienze degli Alimenti dell’Università di Udine e presidente di Absis Consulting. E abbiamo determinato a quali concentrazioni sono effettivamente positive o negative per l’aroma finale del caffè, correlando i dati chimici con quelli sensoriali.

Le applicazioni dell’Indice Absis saranno molteplici, fondamentalmente orientate al miglioramento della qualità del caffè sul mercato. Una misura utile anche ai torrefattori per affinare la produzione e alzare ulteriormente la qualità del prodotto, a tutto vantaggio dei consumatori.


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.