cibo, vino e quantobasta per essere felici

Laboratori di esperienza al Festival di Giornalismo Alimentare

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Giovedì 20 febbraio 2020 avrà inizio  la V edizione del Festival del Giornalismo Alimentare. Al Lingotto di Torino. Oltre ai numerosi panel di discussione sui temi più attuali legati all’alimentare, ci saranno anche quest’anno i laboratori di esperienza: 21 appuntamenti per rispondere all’interesse crescente del pubblico del Festival che chiede più formazione per il proprio lavoro, organizzati insieme ai partner e sponsor del Festival.

Dall’analisi degli insetti “alieni” a casa nostra, all’origine delle emergenze fitosanitarie, alle buone pratiche alimentari per una spesa intelligente. Dalla riscoperta di prodotti tipici del territorio come il burro e le mele del Piemonte, il pesce di lago, il vermouth, la Mozzarella di Bufala Campana DOP, l’Olio DOP Riviera Ligure, il Prosecco Superiore DOCG del Conegliano Valdobbiadene all’approfondimento di cibi “quotidiani” come l’acqua, il caffè, la pasta, il latte e il gelato.

E, ancora, le ultime novità in fatto di foodpairing per promuovere una cucina circolare e di finger food.

Massimiliano Borgia con la Food BagMassimiliano Borgia con la Food Bag

Un vero e proprio contest metterà in competizione i partecipanti nella preparazione del tradizionale pesto ligure: il vincitore parteciperà alla finale del campionato mondiale del “Pesto al Mortaio” in programma a Genova il prossimo 28 marzo.

L’elenco completo dei laboratori è consultabile QUI  Tutti i laboratori sono gratuiti e per iscriversi basta inviare una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi anche Festival del giornalismo alimentare al Lingotto

giornalismo ACCREDITATIgiornalismo ACCREDITATI


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.