cibo, vino e quantobasta per essere felici

Il buono di ... e i prodotti AQuA in movimento

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Presentazione nelle sale del Museo Civico del Territorio “Alessandro Pesaola” di Cormons della prima tappa del progetto “Il buono di...”, legata alla promozione dei prodotti agro-alimentari insigniti del marchio AQuA Agricoltura Qualità Ambiente. Un marchio regionale volontario, basato su precisi disciplinari,  marchio per il quale la Regione FVG ha individuato l'Ersa come ente gestore. L'iniziativa, nata dalla collaborazione tra l’associazione Nuovi Universi Etnici di Gradisca d’Isonzo  e l'associazione Vallimpiadi, con sede nellValli del Natisone dove “Il buono di...” farà tappa nel prossimo mese di ottobre, si propone di divulgare i prodotti AQuA abbinandoli alla comunicazione di corretti stili di vita basati sul movimento: di qui la collaborazione con il giornalista e scrittore Antonio Simeoli che ha raccolto (in una pubblicazione di prossima uscita) le memorie di prestigiosi testimonial dello sport regionale legate al loro rapporto con i prodotti enogastronomici del territorio. Il nuovo progetto è stato "tenuto a battesimo" dal direttore generale dell’Ersa. ing. Paolo Stefanelli, presente anche il direttore del Servizio Promozione e marketing Ersa dott. Daniele Damele, che ha condotto la serata.

qbquantobasta naturalmente era presente per raccontarvi la manifestazione debutterà nel fine settimana dal 5 al 7 maggio 2017 a Cormons. Negli stand di piazza XXIV Maggio si degustaranno i prodotti a marchio AQuA che potranno essere acquistati a prezzo speciale visitando i negozi che esporranno la locandina dell’iniziativa. Showcooking e presentazioni animeranno la tre giorni che verrà aperta, venerdì mattina, da un incontro rivolto ai ragazzi delle scuole cui prenderanno parte l’assessore regionale alle Risorse Agricole e Forestali Cristiano Shaurli, il cronista cormonese Bruno Pizzul e lo chef Paolo Zoppolatti.

Ed è stato proprio Zoppolatti a ideare il menù della degustazione di venerdì, ricorrendo alle materie prime certificate AQuA abbinate a una selezione di vini proposti dall’Enoteca di Cormons. L’assaggio dei prodotti “puri” è stato seguito dalla presentazione di portate annunciate dai leccalecca di frico di Venzone e finger food composto da battuto di trota di San Daniele su pane nero e yogurt sormontato da caviale di trota.

La serata è proseguita con un piatto di asparagi bianchi e verdi accompagnati da uovo alla goccia, insaporiti da paprica e sale affumicato seguiti da lonzino al rosa, tonnata morbida, erbe e uova di quaglia. A seguire, una delicata passata di patate, cozze nella sua acqua e polvere di liquirizia, degli gnocchi di patate di Carbonera conditi con burro di latteria e passata di aglio orsino e un filetto di maiale accompagnato da polenta grigliata e cren fresco. A chiudere, una mousse di mele e aceto e le coreografiche ciambelle di mele allo zabaione, delizia per il palato e anche per la vista.

 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.