cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Gubana vs panforte

11^ EDIZIONE DEL GUBANA DAY premio Bepi Tosolini. La giuria tecnica formata da esperti e giornalisti si è riunita venerdì 19 febbraio 2016 al Caffè San Marco di Cividale, sede storica della tenzone che quest'anno ha visto il dolce icona delle valli cividalesi sfidare il panforte di Siena.  E’ un’edizione speciale del concorso poiché la disfida tra dolci tipici, dopo aver coinvolto specialità di confine e austriache, presniz, putizza, reindling carinziano, orehnjaca istriana, strudel sappadino, tiramisù carnico e bisiaco, sacher torte ora, vede arrivare a Cividale del Friuli il panforte toscano con tutta la sua fama e carico aristocratico.
In giuria i giornalisti Giuseppe Longo, Mariarosa Rigotti, Gianni Pistrini e Mària Croatto, inviata di qb quantobasta, il maestro pasticcere del Civiform Franco Pittia, e ancora Micol Pisa, Raffaello Bargagli segretario dell’Associazione Toscani in Friuli VG, e, di diritto, Silvia Blasoni in rappresentanza dello sponsor.

7 GUBANE CONTRO 7 PANFORTI


I concorrenti della 11^ edizione sono stati le gubane Giuditta Teresa, Dorbolò, Dall’Ava, di S. Pietro al Natisone, Panificio Cattarossi, Vogrig, Panificio del Foro e panificio Del Fabbro di Cividale; per il panforte le pasticcerie senesi Nannini, la famosissima Sapori, e poi Sinatti, Peccati di Gola, Scacciapensieri, Gelatino Nocino e Bonci.
Fuori concorso è stata presentata per la prima volta in esclusiva al San Marco la gubana senza glutine pensata per i celiaci, della pasticceria codroipese ‘La Ghiottona’, presente la titolare Eleonora Fabbro.

La valutazione dei dolci si è svolta alla cieca e a porte chiuse; sabato 20 e domenica 21 febbraio i dolci saranno serviti in degustazione gratuita sempre al caffè San Marco e saranno gli avventori a valutare e votare tramite un’apposita scheda quale delle due specialità preferiscono. I verdetti così raggiunti (quello della giuria tecnica e quello della giuria popolare) verranno resi noti la sera di lunedì 22 febbraio con la proclamazione del vincitore (o dei vincitori) e la premiazione da parte della distilleria Bepi Tosolini, sponsor del concorso. Testa a testa tra i dolci fino alla fine secondo i giurati. L’insediamento ufficiale della giuria è stato  suggellato dalla presenza della vicesindaco di Cividale Daniela Bernardi e dall’assessore comunale alle attività produttive Angela Zappulla che hanno rivolto parole di encomio agli organizzatori, in primis il caffè San Marco, cornice da sempre di questa iniziativa.
 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Gli articoli più letti degli ultimi sette giorni:
(questa finestra si chiuderà automaticamente entro 10 secondi)