cibo, vino e quantobasta per essere felici

Chiedilo a qb

Barba di frate, senape dei monaci, lischi, roscani: insomma cosa sono gli agretti?

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

agrettiagretti

Gli agretti, noti con nomi diversi nelle varie regioni italiane, sono le tenere piantine della Salsola soda e sprigionano a tavola tutta l’energia della primavera, ricchissimi di sali minerali, di proprietà depurative e utilissimi ad attivare il metabolismo durante il cambio di stagione.
Dal sapore leggermente acidulo e dalle foglie che ricordano quasi quelle dell’erba cipollina, gli agretti rivelano dopo la cottura, il loro caratteristico sapore e sono ideali, per essere inseriti nell'alimentazione detox e a basso conenuto calorico. Diuretici e depurativi, tonici e rinfrescanti, se consumati ogni giorno, per almeno un mese, aiutano a ridurre i livelli di trigliceridi e colesterolo nel sangue facilitando l’eliminazione delle tossine.
Ma sapete come scegliere e cucinare gli agretti?


Al mercato acquistate solo agretti di un verde intenso e brillante, privo di macchie e turgido al tatto e, se non potete cucinarli subito, conservateli in frigorifero, nel cassetto delle verdure, nell’apposito sacchetto forato salva freschezza, al massimo per un paio di giorni.  
Poi, con l’aiuto di un coltellino affilato, eliminate le radici alla base e, con le mani, recidetene la parte finale del gambo con un colpo secco. Lavateli bene e a lungo sotto l’ acqua corrente, per eliminare ogni traccia di terreno.

agrettiagretti

Cuoceteli a vapore, per pochi minuti, per preservare intatte tutte le loro proprietà organolettiche e tutto il loro sapore.
Oppure, se preferite, potete lessarli in poca acqua bollente leggermente salata per pochi minuti, perché anche gli agretti, come tutte le verdure primaverili fresche amano una cottura rapida e breve. Appena cotti, per preservare il loro intenso colore verde brillante, non dimenticate di immergerli  in una bacinella contenente acqua e ghiaccio.
Conditeli con ottimo olio extra vergine e succo di limone o passateli in padella con aglio, acciughe, peperoncino o pomodori.

agretti lessatiagretti lessati

Agretti in padella
Sbucciate uno spicchio di aglio, tagliatelo a pezzi grossi e rosolatelo in una padella con l’olio extravergine e un peperoncino a pezzi.

Quando l’aglio sarà dorato, spegnete il fuoco, aggiungete i filetti di acciuga scolati e tritati; mescolateli con un cucchiaio di legno, fino a che saranno completamente disfatti.

Accendete di nuovo il fuoco, versate gli agretti in padella, fateli saltare ancora qualche minuto, mescolando bene, per insaporirli e spegnete il fuoco.

Servite gli agretti di contorno, per accompagnare secondi piatti a base di carne o di uova, o utilizzateli, anche per realizzare ottimi primi piatti, frittate e torte salate.

agretti saltati in padellaagretti saltati in padella

Seguite Simonetta Savino anche su lacuocagalante.com


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.