cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Epopea del merluzzo a Sandrigo

bacalà alla vicentina bacalà alla vicentina Eccolo, nella foto potete ammirare (è proprio il caso di dirlo) il classico baccalà alla vicentina De. co, che nella serata di gala di qualche giorno fa ha dato il via alla ventisettesima edizione del Festival del Bacalà a Sandrigo, di scena dal 19 al 29 settembre. E accanto al piatto forte, atteso da tutti, e giudicato nellsua morbidezza di soci della Venerabile Confraternita  del Bacalà alla vicentina, un menu davvero innovativo. Citiamo solo fra gli antipasti il peperone rosso del "Piquillo" dop ripieno di baccalà mantecato su crema di patate aromatizzate al basilico con chips di mais croccante  il cous cous con baccalà bertagnn alla Pil Pil, salsa di pomodoro Pachino, olive taggiasche e olio "Redoro".  Il gran galà era dedicato al viaggio del nobile veneziano. Pietro Querini che è diventato un progetto turistico e culturale europeo promosso da Pro Sandrigo e Confraternita del bacalà, sostenuto dalla Regione Veneto, dalla Contea norvegese della Nordland e dai Comuni di Sandrigo e di Røst. Nella deliziosa cittadina veneta vi aspettano chioschi gastronomici allestiti nelle piazze del paese con bigoli al torcio, gnocchi di Posina, risotto: tutti rigorosamente al «bacalà». Ogni serata sarà accompagnata da musica dal vivo o spettacoli di danza. Tra i vini ci sono piaciuti particolarmente (noi di qbquantobasta c'eravamo naturalmente!) lo Spumante brut Lessini Durello Doc e il Torcolato classico Breganze doc. Domenica 28 settembre  il Priore della locale confraternita accoglierà i nuovi confratelli, con sfilata dei Cavalieri del bacalà, soci dei club e una delegazione di pescatori di Røst. Un pesce scoperto dai veneziani per caso, dopo un naufragio, a cui anche Paolo Conte ha dedicato i versi di una canzone. «”Pesce Veloce del Baltico” \ dice il menù, che contorno ha? \ “Torta di mais” e poi servono \ polenta e baccalà \ cucina povera e umile..." Una cucina che oggi è capace di stupirvi e di appagarvi. il 7 ottobre prossimo a Bruxelles sarà sottoscritta una lettera di intenti per la costituzione della via Querinissima dal Veneto alla Norvegia.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Gli articoli più letti degli ultimi sette giorni:
(questa finestra si chiuderà automaticamente entro 10 secondi)