cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Buona la prima per il Festival Un assaggio del territorio

Lo staff di Civiform foto di Massimo VazzolerLo staff di Civiform foto di Massimo Vazzoler

 

Si è conclusa con successo la prima edizione del Festival a ingresso libero  “Un Assaggio del Territorio”  Folta partecipazione stimata in 400 persone per Incontri, show cooking con degustazioni, laboratori didattici, Tasting experience, Corso di Foodphotography svoltisi al KeyQ+ Point nel Villaggio Civiform di via Conconello, 16 a Opicina (TS), la nuova cucina didattica ubicato nel pregevole complesso architettonico "La Nave". di D’Olivo. Presenti numerosi prestigiosi relatori e ospiti tra cui chef di fama nazionale e internazionale, sommelier, maestri pasticceri, produttori ed esperti del settore. Affollatissimo lo show cooking dello chef Youssef Maradona. La manifestazione si è chiusa con la premiazione dei vincitori del Contest fotografico “Un Assaggio del Territorio” in collaborazione con Le Vie delle foto, che ha visto la partecipazione di 20 concorrenti
banner festival keyQ. jpgbanner festival keyQ. jpg

L’evento, promosso in co-organizzazione con il Comune di Trieste e con il PAG-Progetto area giovani Trieste, prevedeva  attività esperienziali aperte gratuitamente al pubblico: incontri, showcooking con degustazioni, laboratori didattici, tasting experience e un Corso di Food photography per promuovere prodotti locali e territorio.
Numeri importanti hanno contraddistinto la prima edizione, salutata con soddisfazione degli organizzatori. “Trattandosi della prima edizione e quindi per noi di un debutto assoluto - ha dichiarato la vice direttrice generale di Civiform, Chiara Franceschini - possiamo dirci più che soddisfatti del risultato ottenuto, sia in termini qualitativi rispetto all’offerta proposta sia di pubblico: nella prima giornata abbiamo collezionato oltre 150 presenze, mentre la seconda, anche grazie alla presenza dello Chef Maradona, ha quasi raddoppiato la quota per una partecipazione complessiva alle due giornate di oltre 400 persone, molte delle quali si sono fermate per tutta la giornata. Numeri che sono andati al di sopra anche delle nostre più rosee aspettative e che ci spronano a operare con ancora maggiore impegno per organizzare le prossime iniziative. La prossima, già in cantiere, si svolgerà nei primi mesi del 2020. Siamo particolarmente felici del fatto che le istituzioni abbiamo voluto essere presenti, così come anche i numerosi rappresentanti delle associazioni e delle realtà del territorio, con le quali stiamo intessendo una rete di collaborazione”.

 

La rassegna - a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili per ciascun evento – era rivolta alla cittadinanza per proporre attività esperienziali finalizzate a promuovere e conoscere prodotti locali e ricette tipiche del territorio. L'evento si svolgeva nell'ambito del progetto europeo KeyQ+, finanziato dal Programma Interreg Italia-Croazia per promuovere l'offerta gastronomica locale e valorizzare turismo e peculiarità culturali dell’area transfrontaliera. L’innovativo progetto pone infatti il cibo come elemento per raccontare un territorio, la sua storia e le sue tradizioni e per promuovere il territorio attraverso l’abbinamento di eventi enogastronomici e culturali.
KeyQ+ capitalizza l’esperienza del precedente progetto KeyQ, finanziato dal programma di cooperazione transfrontaliera IPA Adriatico premiato a Bruxelles agli European Projects Awards IPA 2013 e vede l’agenzia croata per lo sviluppo rurale Azzri capofila di partner internazionali uniti in un inedito percorso dei sapori imperniato su specialità culinarie e ricette storiche e una rete di ristoranti, cucine didattiche, produttori locali e siti emblematici. I partner del progetto, oltre a Civiform e Azzri, sono Città di Pola, Mercato di Pola, Scuola Centrale Formazione, Comune di Cividale del Friuli, Ente del Turismo di Lussinpiccolo e Casa Artusi.
Tra i punti chiave del progetto, la formazione, dedicata sia ad allievi che a professionisti del settore (in particolare cuochi e camerieri), per veicolare le eccellenze del territorio e promuovere e diffondere la conoscenza sulla ristorazione tradizionale, considerata “motore” per raccontare il territorio e incuriosire il turista. Il progetto prevede nello specifico la realizzazione di vari “KeyQ+ Point” tra i quali quello allestito presso il Civiform: un Centro di Gastronomia Educativa - punto di riferimento e ritrovo - dove trovare informazioni (guide gastronomiche, itinerari turistici, ricette, prodotti locali) sull’area locale e transfrontaliera e testare attività esperienziali, degustazioni, workshop e showcooking.
Il KeyQ+ Point ospitato nel Centro di formazione Civiform di Opicina è stato inaugurato lo scorso 7 giugno in un luogo che è di per sé patrimonio turistico-culturale perché nasce nell’ex complesso del Villaggio del Fanciullo, ideato dal celebre architetto D’Olivo: oggi ospita corsi per giovani e adulti e attività legate a ristorazione e turismo
Tante foto e contenuti in dettaglio alla pagina FB https://www.facebook.com/civiform/

Tra gli eventi di spicco del programma, il Corso “Fotografie Golose” a cura di Fiorella Macor de Le Vie delle Foto, che ha insegnato a comunicare un piatto e l’atmosfera che si respira attorno al tavolo attraverso uno scatto. Si è parlato di luce, estetica e colori e si sono imparate le basi per progettare ed editare le immagini. Inoltre sono stati forniti utili consigli e indicati gli errori da evitare. L’evento è stato anticipato dal Contest fotografico “Un Assaggio del Territorio”, alla sua prima edizione. Promossa da Le vie delle Foto e Civiform, l’iniziativa invitava a raccontare, attraverso immagini, le particolarità della cucina tipica del territorio triestino, con i suoi colori, i suoi profumi, i suoi luoghi e la sua gente. Le premiazioni del concorso, che ha visto la partecipazione di 20 concorrenti, si tenuta a conclusione del festival, durante il quale sono state esposte le prime 16 fotografie classificate. A tutti i partecipanti intervenuti alla premiazione è stato assegnato un premio di partecipazione.
La vincitrice del concorso Olena Demchyk con Linda Simeone di Le Vie delle FotoLa vincitrice del concorso Olena Demchyk con Linda Simeone di Le Vie delle Foto

I vincitori del concorso fotografico

1° Classificato Olena Demchyk
2° Classificato Massimiliano Melchionne
3° Classificato Gianni Zigante

Molte le aziende coinvolte nei vari eventi e laboratori: Sancin Vini, Pastificio Barone, Dolce Carso, Birrificio Cittavecchia, Associazione Le Donne della Birra, Le vie delle Foto, Fior rosso, Parovel, Donne dell’Olio, Cherin Foto, il mensile qbquantobasta, AIS Associazione Italiana Sommelier, Farma Jakne, Ota olive Oil, Azienda agricola Sara Devetak, Puress Oil, Azienda Agricola Antonič. 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni