cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Buon Mercato di Slow Food FVG

Arrivano da tutta la regione, ma anche da Veneto, Trentino Alto Adige, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria. E da Slovenia, Croazia, Serbia, Bosnia Erzegovina e Ungheria. Sono i piccoli produttori protagonisti del “Buon Mercato”

allestito da Slow Food all’interno di GOOD. Il Buon Mercato si ispira ai Mercati della Terra, progetto di Slow Food per riavvicinare i consumatori ai produttori che offrono prodotti del territorio rispondenti al criterio del “buono, pulito e giusto”.

Sui banchi del Buon Mercato saranno presenti Presìdi della rete italiana di Slow Food e rappresentanti di alcune Comunità del Cibo di Terra Madre. Sarà uno spazio per nuove esperienze sensoriali, per diventare “co-produttori”, cioè persone capaci di nutrirsi in maniera più sana e responsabile con un ruolo attivo nel processo di produzione.

Il primo passo per diventare coproduttori secondo la filosofia Slow Food è proprio quello di allenare i propri sensi per riappropriarsi del diritto al piacere del gusto. In più ci sarà la Fattoria didattica con oche, galline, tacchini e conigli della Coop. La Cisile di Novacco di Aiello: esemplari di razze che negli allevamenti moderni sono state soppiantate dagli ibridi e che rischiano di sparire. Info: www.slowfoodfriuli

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni