cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

SanBrite la prima agricucina di Cortina

SanBrite Agricucina in località Alverà, è prima agricucina di Cortina, un nuovo concetto di ristorazione che nasce dalla stalla e arriva sulla tavola con i piatti dello chef Riccardo Gaspari. «Tutto ciò che è nei miei piatti è cresciuto nel mio cuore» spiega  Riccardo, che il 2 giugno sarà a Treviso per Cibo a Regola d'arte.  In dialetto ampezzano “san” significa sano, come la cucina sana della tradizione.  “Brite” è il nome dell'azienda di famiglia aperta nel 2004 con El Brite de Larieto e il Piccolo Brite è la prima boutique del formaggio a Cortina. Il caseificio utilizza solo ingredienti naturali, senza l’aggiunta di prodotti chimici, tutto latte fresco, vaccino e caprino della propria stalla dove gli animali vengono allevati come una volta.

  

SanBrite è aperto dieci mesi all’anno. E c'è anche la Brite Mobile, cucina in movimento. Potete scegliere di farvi servire in riva a un ruscello, in mezzo a un bosco, su un prato o sulle rocce a 2000 metri di quota. Un menu completo di cinque portate abbinato a una proposta di vini biologici. La Brite Mobile è disponibile per un minimo di 4 persone e un massimo di 10. 

Lo chef del SanBrite di Cortina d’Ampezzo terrà un corso, sabato 2 giugno all’evento ideato dal Corriere della Sera, sulla preparazione dei tortelli alla doppia ricotta


 Un’arfa ampezzana, simbolo di radici e tradizioni, campeggia nello stemma di SanBrite. E proprio accanto all’arfa, nei prati del ristorante, sorge l’orto fortemente voluto dallo chef per coltivare i prodotti del territorio - con un grande tavolo in legno per mangiare immersi nella natura. I coperti dell’agricucina sono 35 e a questi se ne aggiungono altri 25 circa nella terrazza estiva. Le lampade in sala sono del 1956. Per prenotare un tavolo: 0436.863882


Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Gli articoli più letti degli ultimi sette giorni:
(questa finestra si chiuderà automaticamente entro 10 secondi)