Skip to main content

Ristoranti, Trattorie e TakeAway

Torna Pipolo in Viale!

Enea Pipolo Enea Pipolo Ha aperto la nuova gestione della gelateria Pipolo a Trieste. Questa volta la gestione torna in famiglia e a prendere le redini è il ventenne  Enea. Enea Pipolo, figlio d'arte, è il discendente della famosa famiglia di famosi gelatai della città di Trieste; la famiglia inizia la sua storia nel 1929 a Barcola con l'apertura della storica gelateria; poi nel 1934 la famiglia Pipolo registra il marchio e approda anche in Viale xx settembre, dove, dopo una serie di gestioni non appaganti, lascia il timone alla nuova generazione Pipolo.

"È una bella responsabilità portare avanti un marchio così importante, ma sono entusiasta di questo nuovo percorso e so che lo svolgerò con dedizione e passione". Il giovane Enea, parlando della nuova apertura, esprime la sua ammirazione verso il bisnonno che quasi cento anni fa ha alzato per la prima volta la serranda di un'attività che funziona ancora adesso. 

pipolo in vialepipolo in viale

"È la realizzazione di un sogno che avevo fin da bambino. I lavori sono stati realizzati in tempo record e io sono davvero orgoglioso della squadra che si è già creata con i nuovi dipendenti. In più sto insegnando loro come preparare i diversi cocktail che verranno proposti in menù. Io infatti ho seguito i vari corsi AIBES ottenendo le varie certificazioni e ora posso finalmente esprimere tutte le mie passioni, anche quella del barman".

Il nuovo Pipolo sarà gelateria tradizionale con i gusti ricercati che solo noi offriamo, tra i quali strucolo de pomi, salame di cioccolato, crema carsolina ecc e poi verrà affiancata dalla parte dei cocktail per una clientela più giovane e che ha voglia di sorseggiare un aperitivo tranquillo in una delle zone più caratteristiche della città, il viale xx settembre.

Tutti i gelati saranno disponibili dal 7 marzo ma il locale è già aperto da qualche settimana!

Pipolo City Viale XX Settembre 11/A Trieste

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Bar centrale a Trieste nuova gestione

bar centrale triestebar centrale triesteHa avuto inizio appena una settimana fa, il 22 febbraio 2022, l'avventura di Federico Oselladore e Zarina Kharchenko, che hanno deciso coraggiosamente di dare una svolta alla loro vita e di mettersi in proprio. "Veniamo entrambi dalla stessa esperienza lavorativa", mi spiegano. "Ci siamo conosciuti oltretutto perché lavoravamo in due locali adiacenti, da lì è nato prima l'amore e poi il desiderio di metterci a fare qualcosa da soli.

È presto ovviamente per  parlare di risultati, ma abbiamo grandi sogni, vogliamo fare le cose fatte bene e vogliamo che questo locale torni a vivere e che torni a essere un punto di riferimento per la città".

Bar centrale uno scatto dei tanti brindisi in occasione dell'inaugurazione Bar centrale uno scatto dei tanti brindisi in occasione dell'inaugurazione

Andiamo a trovarli quindi e potremo gustare un buon caffè (Excelsior caffè), una pastina o un dolcetto (Eppinger) per recuperare gli zuccheri e tornare a lavorare più sereni, un the caldo selezionato per riprendere la carica giusta, ma anche fare una sosta per pranzo veloce, un toast, un paninetto ben farcito. E poi al pomeriggio ottimi aperitivi!

"Siamo carichi di entusiasmo, vogliamo con grinta recuperare il tempo perso dopo il Covid e vogliamo farlo adesso. Nel nostro staff c'è anche Michela che si occupa della caffetteria e dei nostri social. 

Bar centraleBar centrale

Abbiamo messo una grande cura nella selezione dei prodotti:  i the sono scelti da Tea Time, il caffè è una nuova miscela 80/20 dell'azienda triestina Excelsior Caffè, rotonda, molto cremosa e dolce, i dolci Eppinger non hanno bisogno di presentazioni. Vi aspettiamo!"

Bar centrale macaronBar centrale macaron

bar centrale tea timebar centrale tea time

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Conoscete El Cassettin?

Osteria El cassettinOsteria El cassettinOsteria El Cassettin. L'inaugurazione di questo nuovo locale in via della Ginnastica 27-  Trieste si è svolta il 12 novembre 2021. Al timone il giovane imprenditore David Cresi già proprietario anche del Bar Rosmini e che molti conoscono anche per la gestione estiva del Cral Ferroviario di Trieste a Miramare.

osteria el cassettinosteria el cassettin

"Abbiamo aperto questa piccola osteria proprio per dare una continuità al lavoro del Cral Ferroviario dove abbiamo un'ottima clientela durante l'estate perchè sanno che da noi trovano pesce fresco, abbinato a vini ricercati e cucinato in maniera davvero notevole dalla nostra Chef Erika spiega David. Il piatto forte della chef è la pasta con pescespada e melanzane. 

Osteria El cassettinOsteria El cassettin

Anche qui all'Osteria El Cassettin troverete pesce sempre fresco e quasi tutti i giorni delle piccole aragostelle presenti anche nella  pasta allo scoglio.
Altri piatti ricercati sono la burrata con gamberoni, paprika dolce e scaglie di sale nero.

"Il vino che trovate all'Osteria El cassettin, continua David, è del territorio, bottiglie più importanti le facciamo arrivare dalla Francicompreso lo Champagne: con le aragostelle è perfetto. I dolci sono tutti fatti in casa dalla nostra Chef e vengono serviti con dell'ottimo caffè Excelsior.

caffè excelsiorcaffè excelsior

orari: Cena tutti i giorni (tranne il martedì) dalle 19 alle 23.00. A pranzo apertura: ven sab dom 12-15

Per prenotazioni: 3401842798

Pagina FB 

Chiedilo a qb

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

La bottiglia volante nuovo wine bar di Trieste

La bottiglia volante Luca FormentiLa bottiglia volante Luca FormentiVineria naturale. A Trieste mancava un locale dedicato. Dal 16 ottobre scorso però Luca Formenti ed Emanuela Tortora hanno aperto La bottiglia volante. Luca si è trasferito a Trieste da Varese e ha cercato di capire che cosa potesse offrire di nuovo in una città già tanto ricca di locali. Ecco quindi le proposte di vini naturali, biologici, senza solfiti, dall'aria un po' milanese (ci sono anche una dozzina di champagne di piccoli vigneron).

La bottiglia volanteLa bottiglia volante"All'interno del nostro locale si parla di passione e di amore, mi spiega Luca  e io aggiungo per voi "come quello tra Luca ed Emanuela originaria della Campania". L'idea de La Bottiglia Volante  nasce proprio da Emanuela, disegni e pensieri (oltre al grande cornetto rosso portafortuna, le tradizioni vanno rispettate...). Ed è grazie a lei, cioè alla sua influenza gastronomica, che potete gustare i sublimi taralli napoletani, cosa ben diversa dai tarallini pugliesi. Li trovate nel menù che prevede cicchetti vari, abbinati a salumi o a formaggi francesi.

la bottiglia volante t piùla bottiglia volante t più

Curiosità del locale: il Capo in T preparato con un liquore particolare e il Caffè Olè, non una rivisitazione del cafè au lait francese, ma un qualcosa di unico con ingrediente segreto, una crema leccese alle mandorle davvero deliziosa. Poi naturalmente serviamo il caffè, il nero il capo in b e tutte le declinazioni locali; abbiamo scelto un'ottima miscela quella della torrefazione triestina Excelsior.

Non mancheranno eventi e serate di degustazione per tutto il mese di dicembre. 
la bottiglia volantela bottiglia volante

Orari: Dal  lunedì - giovedì dalle 11.00 alle 21.  Venerdì e sabato dalle 11 alle 24. 
Domenica chiuso

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Ha riaperto a Trieste il bar Vecchia Università

via dell'universitàvia dell'università

Il 30 settembre 2021 finalmente è avvenuta la tanto attesa riapertura del Bar Vecchia Università di Largo Papa Giovanni XXIII, 4/B di Trieste, luogo di ritrovo  per i caffè e gli aperitivi della vicina succursale universitaria e non solo.  Una ventata di freschezza arriva dall'esperienza oltre ventennale di Davide Colasuonno, già attivo nello storico Caffè Rossini- Canale di Ponterosso.
"Questo locale sembra fatto apposta per noi", ci spiega Daniele, che di fronte questa nuova avventura non si lascia sicuramente spaventare. "Abbiamo una nuova clientela attenta al dettaglio, ma siamo riusciti a portare con noi anche una parte dei clienti del caffè Rossini. Ogni giorno proponiamo colazioni, pranzi e aperitivi ricercati, ma ci occupiamo anche di feste di compleanno e rinfreschi. A poche decine di metri da noi c'è Villa Sartorio, sede ideale per i matrimoni all'aperto del periodo estivo".  

Orario del bar: 6.30 - 21.30. Pranzi dalle 11 alle 15. 

 

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

La pizzeria Mangiafuoco di Trieste raddoppia

mangiafuoco logo pizzeriamangiafuoco logo pizzeriaPizzeria Mangiafuoco. Nuova apertura il 2 agosto 2021 in via Manzoni 1, angolo via Pascoli per la pizzeria attiva da 12 anni a Trieste.  La filiale servirà anche la zona est della città, garantendo assieme alla sede di via Rismondo 9A un servizio a domicilio 365 giorni l'anno. 

Continua a leggere...La pizzeria Mangiafuoco di Trieste raddoppia

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Vi racconto di un piccolo bar pieno di energia e di morbin

Erika PopazziErika Popazzi

È un piccolo bar rionale, ma è davvero degno di nota: perciò lo pubblico volentieri in questa rubrica che segnala le nuove aperture e le #riaperture.  Il locale è piccolo piccolo e, secondo le normative anti Covid, può essere visitato da due persone alla volta, non presenta caratteristiche sgargianti al suo interno, se non l'esplosiva proprietaria Erika, che dal 16 giugno 2021 ha aperto i battenti e ha rivoluzionato tutto il rione. Da quando è aperto il bar Erica - via dell'Istria 24b a Trieste - è diventato una vera e propria meta per amici, clienti vecchi e nuovi. 

"E' stata una grandissima sorpresa, pensavo che avrei avuto dei risultati, ma non così  tanto entusiasmo" mi racconta Erika. Lei ha sempre lavorato in bar con il suo compagno e ora ha voluto creare qualcosa in completa autonomia. Questa scommessa a oggi è risultata vincente e le sta dando grandissime soddisfazioni. 

"Le cose che sono cambiate dalla vecchia gestione non sono troppe, abbiamo cambiato la miscela Excelsior: ora usiamo la blu che è più dolce e amabile; poi preparo ogni giorno brioche calde, pizzette, tramezzini e panini che piacciono molto a tutti. Durante gli ultimi giorni di scuola tante mamme passavano proprio per acquistare la merenda per i loro bambini. Per quando riapriranno le scuole  credo che realizzerò dei veri e propri menù merenda per chi non ha tempo e voglia di prepararseli a casa la mattina. Ho acquistato anche tantissimi tipi di birra diversi, continua Erika, ai miei clienti e amici piace molto provare a variare e un frigo bello pieno offre tante soluzioni". 

Erica Popazzi si racconta e si entusiasma nel raccontare questa sua scommessa, ama il suo lavoro, ricorda a memoria tutte le abitudini dei suoi cari clienti ed è ricambiata con tanto affetto.

Un bar di rione, ma con tanto tanto tanto morbin.

Orario 6.00 - 14.00 e 16:30 fino a chiusura

 

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Michela e Ottavia hanno aperto LOL

LOLLOL

Lol è una scommessa di Michela e Ottavia, amiche nella vita e e ora socie nel lavoro: dopo una lunga ricerca hanno trovato una casa per il loro sogno. Macché casa: un bar- latteria e molto altro. Hanno aperto il loro locale il 5 giugno 2021 a Trieste in Largo Sartori 7 (Borgo San Sergio, vicino a l'Oro del Borgo e Macelleria G&G.). pasticcini golosipasticcini golosi

Le proposte comprendono un'intera fascia di prodotti "gluten free".  Pane fresco tutte le mattine, possibilità di un pranzo gustoso con le lasagne, i fusi istriani, la parmigiana. E ancora bufale campane, treccia e nodini pugliesi, formaggio e stracchino di latte di capra. Piadine, toast, pranzi take away. E i gelati Udevalla."Siamo soddisfatte perché il nostro locale sta riscontrando successo giorno dopo giorno e ci sentiamo ricambiate dall'affetto dei nostri clienti", raccontano Michela e Ottavia.

 Michela e OttaviaMichela e Ottavia

Ampia scelta delle birre che arrivano da tutto il mondo, anche dall'Australia. Non resta che andarle a trovare e scoprire che potrete anche organizzarvi una festa, un party, un momento conviviale nell'ampia terrazza esterna.

Orari: lunedì-venerdì: dalle 6.30 alle 20. Sabato e domenica: 7-13 

.LOL logoLOL logo

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Conosci la pinza senza lattosio?

pinza senza lattosiopinza senza lattosio

Ultima creazione di Eppinger caffè: la pinza senza lattosio studiata e realizzata da SebastianoScaggiante. Risponde alle esigenze di chi è golosodi cose buone, ma soffre di intolleranze alimentari. Sempre attento alle esigenze della clientela, Scaggianteha creato un prodotto che ha conquistato anche chi intollerante non è! Una pinza lievitata, con l'olio extravergine del territorio al posto del burro e con un ingrediente speciale: l’acqua desalinizzata del mare di Canovella deZoppoli. L'acqua del Golfo di Trieste viene prelevata, su concessione della Regione edell’Agenzia delle Dogane, a 1,3 miglia dalla costa e a 6 metri di profondità. Successivamente,viene trattata nell’impianto a sei stadi di Lignano per la rimozione delle componenti organiche e del Boro e sterilizzata in un altro impianto a ultravioletti. L’idea e il progetto sono della Colmi seconda, dei fratelli Doz. Come in tutte le ricette speciali, racconta Scaggiante, c’è anche un ingrediente segreto, che rende la pinza soffice e morbida.

pinza e shop pinza e shop

Ideale, come la vera pinza triestina, non solo per le colazioni dolci, ma anche da abbinare in ogni occasione con prosciutto cotto caldo, come si usa fare a Pasqua o anche della coppa suina riscaldata e aggiunta di finocchietto del Carso. Potete acquistarla direttamente anche dall' e-shop! un'immagine di qualche anno fa, quando con qb da Eppinger abbiamo organizzato l'evento prepasquale pinza e cotto un'immagine di qualche anno fa, quando con qb da Eppinger abbiamo organizzato l'evento prepasquale pinza e cotto

Chiedilo a qb

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Furio Baldassi e le sue previsioni sulla ristorazione triestina

intervista a Furio Baldassi

Lo inconto in un buffet, gli faccio un' intervista al volo. Era il 1976, Furio Baldassi faceva il deejay per Radio Sound. Dall'amore per la musica che ancora lo accompagna, nasce la sua storia di giornalista. Altro suo grande amore era (ed è) lo sport e ancora una volta può esprimere al meglio la sua passione facendo il cronista per la Triestina. Telequattro lo assume come telecronista. Diventa giornalista nel 1984 e inizia a lavorare a Il Piccolo. Tanti servizi, tante cronache, tante interviste ma è grazie alla Gola che diventa famoso in città e non solo. Quando il quotidiano locale lancia la pagina tematica GOLA, con rubriche settimanali dedicate alla cucina, agli appuntamenti golosi e alle recensioni dei ristoranti, Furio non solo riesce a realizzare nel lavoro la terza delle sue grandi passioni, il cibo e la convivialità che ne deriva, ma diventa un punto di riferimento, ascoltato o criticato ma sempre imprescindibile, della gourmetteria cittadina e non solo.


Come è cambiata la ristorazione negli ultimi anni?
La ristorazione negli ultimi decenni ha subito una crescita esponenziale. A dimostrarne l'eccellenza è Matteo Metullio che è riuscito a portare una seconda stella Michelin a Trieste e qui dalle nostre parti non si era mai visto un esempio straordinario di fresca genialità. A Trieste però non si è mai mangiato male, anzi, il nostro capoluogo è sempre stato famoso per le sue tipicità, basti pensare ai buffet che ci caratterizzano e che mandano in estasi i turisti. Il cotto caldo in crosta e la caldaia li fanno letteralmente impazzire. Unica nota dolente purtroppo è il livello del servizio, medio basso. Sono sicuramente stati fatti importanti passi avanti, con l'apertura di scuole di formazione professionale, ma resta troppo spesso quella sensazione fastidiosa che, quando entri in un locale, è come se i camerieri ti servissero per farti un favore. Questo ovviamente era quello che succedeva prima del Covid. Da ora in poi la ristorazione sarà tutta da scoprire.

Che cosa succederà?
Ci saranno grandi difficoltà, resteranno gli strascichi di una forma mentis elaborata durante il periodo di pandemia secondo la quale già dieci persone sono un assembramento, per di più pericoloso. I vincitori, se si può dire così, in questo momento sono quelli che sono riusciti ad adattarsi velocemente a questi cambiamenti
e sono riusciti a fidelizzare la clientela nonostante il periodo, grazie anche a un buon servizio delivery e per asporto. Esempio brillante di chi è riuscito sono sicuramente il Joia e Nero di Seppia. Una cosa è sicura, la ristorazione di prima non esisterà più. I ristoranti che sicuramente saranno avvantaggiati sono i buffet, grazie alla loro velocità di servizio, le persone restano in un buffet al massimo trenta minuti. Una sorta di adeguamento alla cucina anglosassone che prevede di mangiare di tutto in tutti i posti più
impensabili, dal tacos seduto su un muretto al fish and chips passeggiando per strada. Faremo difficoltà ad adattarci perché gli italiani, e i triestini, utilizzano il pranzo come un momento di socialità e di convivialità quasi essenziale per la vita di tutti i giorni!
È un periodo difficile, ma resterà in piedi chi non è stato fermo, chi si è evoluto e chi ha saputo rinnovarsi in questo periodo. Cosa difficile, ma non impossibile.

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .

Crocevia locanda carsica contemporanea

crocevia locanda carsica contemporanea crocevia locanda carsica contemporanea

Crocevia nasce dalla passione di Pilar e Marco per il tempo senza tempo e per la tranquillità. "Abbiamo aperto il bed and breakfast a dicembre 2020, ci racconta Pilar; a fine aprile 2021  finalmente, abbiamo cominciato a fare servizio ai tavoli esterni".

Continua a leggere...Crocevia locanda carsica contemporanea

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .
Privacy Policy