cibo, vino e quantobasta per essere felici

Unione Ristoranti Buon Ricordo: 9 new entry, 3 nuove specialità

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Nove nuovi ristoranti sono entrati nell’Unione Ristoranti del Buon Ricordo, la prima associazione di ristoratori nata in Italia. Sono quindi 103 i locali che fanno parte del sodalizio, fondato nel 1964 per salvaguardare e valorizzare le tante tradizioni e culture gastronomiche italiane, che allora correvano il rischio di perdersi sotto la spinta dell’omologazione del gusto e la moda della cosiddetta cucina internazionale, mentre la cucina tipica delle regioni era, come scrisse Vincenzo Bonassi, “sconosciuta o negletta”. Per amor di precisione va detto che di questi 103 ristiranti 10 all’estero fra Europa e Giappone. A caratterizzare ciascun ristorante e a creare fra loro un trait d’union è oggi come un tempo il piatto-simbolo dipinto a mano dagli artigiani della Ceramica Artistica Solimene di Vietri sul Mare su cui è effigiata la specialità del locale, che viene donato agli ospiti in memoria di una piacevole esperienza gastronomica da ricordare. Per conoscere da vicino i Ristoranti del Buon Ricordo cliccate QUI  o sfogliate la Guida 2020 in distribuzione gratuita nei ristoranti associati e scaricabile dal sito.

Questi i 9 nuovi ristoranti: Abbadia Cerreto (LO) l’Antica Osteria del Cerreto, Rocchetta a Volturno (IS) la Locanda Belvedere, Acuto (FR) la NU’ Trattoria Italiana dal 1960, Praiano (SA) il Ristorante M’ama, Vietri sul Mare (SA) il Ristorante Pascalò, Rivanazzano Terme (PV) il Ristorante Selvatico, a Vercelli la Trattoria Paolino con la Panissa alla vercellese, a Monaco di Baviera il Ristorante Der Katzlmacher, a Budapest la Trattoria Pomo d’Oro. Le nuove specialità al link 9 i nuovi piatti del Buon Ricordo e 3 i cambi piatto.


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.