cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

I Cordons Bleus FVG da Nando a Mortegliano

Cordons Bleus FVG conviviale prenataliziaCordons Bleus FVG conviviale prenataliziaLa Commanderie des Cordons Bleus de France, benemerita istituzione  dell’enogastronomia internazionale nata a Digione a metà del secolo scorso,  impone giustamente per statuto la partecipazione  attiva  dei suoi membri alla diffusione della civiltà della tavola, promuovendo sia la tradizione che l’innovazione nella gastronomia di eccellenza, sia la conoscenza dei prodotti di qualità e la professionalità in ristoranti e alberghi.

In ottemperanza a questi aurei principi, i Commandeurs e gli Amici della Delegazione del Friuli Venezia Giulia della Commanderie des Cordons Bleus de France Italiana hanno scelto per la Cena degli Auguri 2015 la Trattoria Da Nando a Mortegliano, ristorante nato nel cuore del Friuli nel 1960 a opera di Ferdinando Nando Uanetto e sua moglie Isolina e gestito dagli anni 80 dai figli Ivan e Sandro. Mortegliano è il sito giusto per alimentare una cucina di cibi e vini legati al territorio  almeno fin dai tempi della colonizzazione romana di Aquileia del 181 a.C., quando la sua fertile terra fu assegnata a quel cavaliere romano Mortilius che dette il nome al paese. Una tradizione di cultura agricola che è continuata nei secoli.

La Trattoria da Nando è oggi luogo di elezione per degustare una cucina rigorosamente legata alla tradizione culinaria friulana ed ai prodotti tipici di questa terra, rielaborati a seconda delle stagioni. Delizie quali la Polente Cuinciade ealtre specialità rendono lieto anche il clima uggioso fra Autunno e Inverno, soprattutto con l’ausilio di ottimi e appropriati vini. E di vini è ricca la cantina  della Trattoria Da Nando, una delle cantine di riferimento dell’Associazione Italiana Sommeliers, con  oltre 120000 bottiglie che si affinano in un “rifugio enologico” sotterraneo, climatizzato naturalmente con condotti d’aria e cotti traspiranti per una temperatura e umidità ottimali.   

La Cena degli Auguri 2015 della Commanderie si è articolata  su un menù di stagione servito sul sontuoso tavolo imperiale della sala del caminetto.
Ivan Uanetto ha dato il benvenuto ai suoi ospiti con le bollicine Metodo Classico Dorigo  ad accompagnare  Gamberi alla Fonte Dorata, le saporite “Strisulis” di formaggio e le delicatezze  dell’Orto Fritto,  il profumato Prosciutto di Cormons di D’Osvaldo affettato a vista.

Accomodati a tavola, la cena è iniziata con una Tartare di Manzo al Tartufo Nero e un Filetto di Maiale Affumicato abbinato  alle Erbe di Carnia, seguiti da uno dei piatti di punta della Trattoria Da Nando,  la “Polente Cuinciade” con il Tartufo Bianco Tuber Magnatum Pico, e da invitanti taglieri degli Affettati di Ivan, una robusta soppressa fatta in casa a febbraio 2015. Il tutto accompagnato da un profumato  Friulano 2014 di Venica e Venica e da un corposo Merlot riserva “Romain” 2009 di Paolo Rodaro. 

Dopo questi magnifici antipasti, equilibrati e pieni di tutti i sapori delle materie prime utilizzate, buoni al punto da far cedere volentieri ad alcuni bis, è stato servito il tradizionale  gustoso Orzotto “Mignestron cul Piron”  per poi portare a compimento la prima tornata di portate con un aromatico Sorbetto al Mandarino.  

A questo punto un coreografico “Gnoccoca”, lo gnocco di patate con ragù di dadolato d’oca, ha introdotto il secondo tempo delle carni tradizionali, l’oca e l’agnello, accompagnate da un eccezionale Pignolo Selezione da Nando.   La Coscia d’Oca con il Purè e la Sella d’Agnello al Coriandolo sono stati accolti dai commensali con meritatissimi applausi alla cucina, al servizio di sala cordiale, puntuale ed efficiente e al bravissimo Patron Ivan.

I Biscotti “Blavins”, cantuccini alla farina locale di mais, e lo Strudel di Mele rivisitato, proposti con un gentile Ramandolo, hanno infine accompagnato i calorosi brindisi degli auguri dei partecipanti.  

Al termine della cena il Delegato Giorgio Sedmak ha donato a Ivan Uanetto il gagliardetto della Commanderie des Cordons Bleus del Friuli Venezia Giulia a riconoscimento dell’eccellenza enogastronomica della Trattoria Da Nando.



Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni