fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Terrancaffè: il Carso e la città di Trieste uniti in un dessert

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

QB aprile 2020 pag 38QB aprile 2020 pag 38

Terrancaffè. Il teràn è un vino refosco nato e cresciuto sulla terra rossa del Carso. Il sapore è pieno, il retrogusto sa di frutti di bosco. I vignaioli sanno anche farne un liquore molto amabile.
A pochi chilometri di distanza, a Trieste, numerose torrefazioni artigianali e industrie internazionali difendono il baluardo della città come capitale del caffè.
Con lo scopo di promuovere il prodotto enogastronomico locale, Tanja Tuta de Il Dolce Carso ha ideato un dessert al cucchiaio che abbina il gusto fruttato di questo liquore con l’aroma inconfondibile di caffè, unendo laltipiano e città di Trieste.

Il dessert è composto da una mousse al vino accompagnata da una glassa al Terrano e caffè.

 

 

La glassa si prepara facendo bollire del caffè Arabica in grani e un baccello di vaniglia nel Liquore di Terrano, che perde così buona parte del tenore alcolico mentre si arricchisce di nuovi aromi. Il Terrancaffé viene servito in un calice di vino: un filo di glassa sul fondo e sopra la mousse al liquore. La finitura viene completata al tavolo, dove all’ospite viene versata sul dolce la stessa glassa da una bottiglia di vino. Sul piatto, una pennellata dà colore e stabilità alla composizione, mentre il mezzo tappo inclina scherzosamente il calice. Una posizione inusuale per un accostamento inconsueto. Ma di certo divertente.

Ne abbiamo scritto sul numero di qbquantobasta di aprile 2020. 

Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo