cibo, vino e quantobasta per essere felici

Cucinare 2020, Marina Gaši, cooking show, cooking demo, chef, Cittanova d'Istria, tonno, Davor Buršić, gamberi

Marina Gaši nuova presidente JRE Croazia

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

A Cucinare 2020, qualche settimana fa, ho avuto il piacere di presentare Marina Gaši, una chef croata di grande professionalità che vi avevo già raccontato su qbquantobasta nel novembre 2018. Vi ripropongo quell'articolo on line, segnalandovi quanto già avete letto nel titolo: la sua prestigiosa nomina a presidente per la Croazia dei Jeunes Restaurateurs, il cui motto Never ending passion, la rappresenta perfettamente. A Pordenone Marina ci ha deliziato con uno show cooking (e assaggio) di gambero istriano scottato con porri, albume, dashi di pesce.

Di fronte al marina di Cittanova d’Istria- Novigrad, in un fabbricato di colore giallo intenso, al primo piano si trova il ristorante Marina. Quasi per un gioco del destino anche la giovane chef che conduce il locale con calore e passione si chiama Marina. Il locale un tempo era gestito dai genitori di Marina, che, per un tragico destino, ha perso prematuramente il padre. A quel punto il ristorante è rimasto chiuso per alcuni anni fino a quando, nel 2011, con il marito Davor Buršić, con buona volontà unita a un pizzico d’incoscienza, lei ha deciso di riaprirlo.

Piccolo dettaglio: lei non aveva mai cucinato se non in casa per la famiglia. Per essere un’autodidatta bisogna dire che ha superato gli esami, ovvero il consenso degli ospiti. La talentuosa e simpaticissima chef è entrata a far parte dei Jeunnes Restaurateurs d’Europe e la sua notorietà ha varcato i confini della sua nazione. Ora il ristorante è meta di buongustai di tutta Europa, in particolare nei mesi estivi. Tecnica e passione arrivano nei piatti, ma è il pescato del giorno (o meglio del mare blu che si scorge dalla piccola terrazza che si affaccia sul porto diportistico).
Non c’è un menù scritto, perché, come ci racconta, non si sa mai se il quantitativo del pescato può soddisfare tutti gli ospiti. Ecco la ragione per la quale vengono serviti due menù di 4 o 6 portate a pranzo, di 6 o 8 portate a cena.

In  sala a consigliare gli ospiti c’è Davor che, con professionalità e molto stile, propone soprattutto etichette di vini locali. Buona anche la proposta degli oli.

A tavola lo stupore comincia con il saluto della cucina: una pralina di branzino tiepido, ricoperta da sesamo nero, servita con un crostolo salato e patè di pesce. Notevoli il finocchio e il branzino marinato in un aceto di vino Terrano invecchiato per 6 anni. Insolita le trippe di capesante con wasabi e cavolo cappuccio. Il piatto che entusiasma tutti è quello composto dai tagliolini all’uovo, fatti in casa, alla carbonara con polpo affumicato. Un mix di sapore che stupisce per l’apparente semplicità.

Passando ai secondi ottime le patate schiacciate con uovo confit e carote marinate, servite con il branzino. Se lo trovate in menù, dovete provare il tonno istriano, con una crema di patate viola, miele, limone e sale al Terrano. Da degustare il gelato al limone, ricoperto di cioccolato bianco, con gli immancabili sale e olio locali. 

Sv Antona 38- Cittanova/Novigrad tel +385.52 726691. Chiuso il martedì (mai in luglio e agosto).
Ferie da metà gennaio a metà febbraio. I prezzi attuali; pranzo da 4 o 6 portate 55€ – 75€; Cena da 6 o 8 portate 75€ – 90€.


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.