cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Lo chef carnico Buttazzoni argento al Sigep

Al Sigep 2013 (Salone Internazionale di Gelateria e Pasticceria artigianali) appena conclusosi a Rimini si è svolta la gara per la selezione della Nazionale della Gelateria che parteciperà alla Coppa del Mondo in programma a Rimini nel gennaio 2014. Alla Coppa del Mondo (biennale) partecipano, dopo severissime selezioni, squadre dei 5 continenti. Il Campionato è a squadre e ogni squadra è composta da un Team manager (allenatore), un capitano gelatiere, un cioccolatiere, uno scultore di ghiaccio e uno chef che si allenano insieme su un progetto comune. Il cuoco carnico Stefano Buttazzoni del ristorante da Otto di Timau di Paluzza ha conquistato l'argento, con 253/300 a una manciata di punti da Marco Martinelli, docente e chef alla scuola di alta gastronomia CastAlimenti. Buttazzoni ha presentato un menu, "Passeggiando in Friuli", pensato per far conoscere la cucina friulana nel mondo. I piatti tradizionali rivisitati da accompagnare al gelato al peperone erano frico fritto in pasta fillo, zuc di zucca con la pitina di cervo (pitina della ditta Grifone di Forgaria) e composta di melograno, che ha ottenuto 10/10 nella valutazione, trota Regina di San Daniele (della ditta Pighin di Villanova di San Daniele) in saor di cipolle rosse della valle d Incaroio con affumicatura alla legna di faggio. Questo piatto nelle valutazioni ha ottenuto ben tre  10/10. Il tutto accompagnato da Sauvignon Melaria, di Paolo Giavitto di Faedis.Nella preparazione dei piatti Buttazzoni si è avvalso della collaborazione come assistente del figlio Luca, giovane speranza della gelateria regionale.Con questo risultato Stefano Buttazzoni sarà chef-riserva della Nazionale che inizierà ad allenarsi a giorni per prepararsi alla durissima gara del gennaio 2014, il cui palmares sarà conteso, in particolari modo, dalle squadre francese e spagnola.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Gli articoli più letti degli ultimi sette giorni:
(questa finestra si chiuderà automaticamente entro 10 secondi)