fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Capodanno lunare con specialità coreane

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

TEOKGUK gnocchi di riso in brodo caldoTEOKGUK gnocchi di riso in brodo caldo

Gainn, il locale di via dei Mille a Roma, rende omaggio alla più importante festa nazionale coreana proponendo ai suoi clienti Jeon e Tteokguk, piatti tipici realizzati dallo chef Daniel Kim.

Il Capodanno lunare, comunemente conosciuto come Seollal o Sŏllal (설날), è la più importante tra le festività nazionali coreane ed è celebrato il primo giorno del primo mese del calendario lunare che quest'anno cade martedì 1 febbraio 2022. È previsto un periodo di festeggiamenti in famiglia di circa tre giorni. Nelle case si compiono diverse cerimonie rivolte agli antenati e ancora in molti indossano i coloratissimi hanbok, i vestiti tradizionali.
Celebre è il Sebae, il tradizionale rito che consiste in un inchino profondo compiuto dai bambini verso i genitori. I figli augurano ai propri genitori un felice anno nuovo con le parole “Saehae bok manhi badeuseyo” ossia “Possiate ricevere molte benedizioni nel nuovo anno”. I genitori, poi, premiano questo gesto dei figli donando loro il denaro del nuovo anno, banconote generalmente fatte con la cartapesta e raccontando loro perle di saggezza.
In questo giorno è tradizione mangiare un piatto tipico che si chiama Tteokguk o Ttŏkkuk (떡국) (zuppa con gnocchi di riso). I tteok (gnocchi di riso) vengono tagliati in forma rotonda per richiamare il sole e sono serviti nel brodo chiaro e bianco che indica un nuovo inizio, una ripartenza per il nuovo anno. Inoltre, questa zuppa si dice che porti fortuna, vista la forma degli gnocchi molto simili a quella delle monete.
Stefano Chung e Valentina Bae, proprietari del ristorante Gainn, unico ristorante coreano consigliato nella Guida Michelin 2022, da sempre mirano ad avvicinare la clientela alla vera e tradizionale cucina coreana. 
GainnRome JEON frittelle di pesce GainnRome JEON frittelle di pesce
Ci saranno in menu anche gli Jeon, le frittelle di pesce fatte con farina di frumento e uova. Nei 120 mq di questo locale, che dispone circa sessanta posti a sedere, è possibile degustare il Bibimbap, il riso con verdure miste, carne di manzo macinata servito con tuorlo crudo in un piatto di ghisa; il Bulgogi, gli straccetti di manzo e verdure miste marinati con salsa di soia e olio di sesamo saltati in padella e serviti in piastra; i Japchae, gli spaghetti di fecola di patate dolci con verdure miste scottate, funghi e carne di manzo conditi con salsa di soia e olio di sesamo e i Tteokbokki, gli gnocchi di riso con verdure miste e pasta di pesce in salsa piccante.

Tra i piatti da provare anche il pollo fritto disponibile con salsa agro piccante e salsa agrodolce con cipollotti freschi. Succulenti le zuppe come quella di Bulgogi, quella di costolette di manzo con foglie di rapa e peperoncini piccanti servita in terracotta e di tofu con verdure miste, carne di maiale e chili pepper. Il tutto da accompagnare al riso e ai banchan, una selezione di contorni che variano a seconda della stagionalità. 

Un piatto tradizionale che non può mai mancare sulla tavola coreana è il kimchi, fatto con verdure fermentate, spezie e peperoncino, divenuto celebre per le sue innumerevoli proprietà benefiche, tanto da entrare nel 2013 nella lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell'UNESCO.

I peperoncini sono del resto uno tra gli ingredienti più utilizzati nella cucina coreana. Chiamati "taeyang-cho", hanno una forma lunga e sottile e, dalla loro essicazione, si ricava una polvere molto fine, dal colore acceso e dalla piccantezza media con un sentore leggermente affumicato.
Le specialità di Gainn possono essere abbinate alle birre coreane, al Soju, un distillato fatto con riso, orzo o frumento e al Makgeolli, una bevanda antica realizzata con riso, acqua e lievito dal color latte e dalla consistenza densa, che può essere più o meno frizzante a seconda della fermentazione.


ORARI Aperto dal lunedì al sabato dalle 12.00 alle 15.00 e dalle 18.00 alle 22.00 Chiuso la domenica.
GAINNROME Via dei Mille, 18 Roma


Copyright © 2009-2022 QUBI' Editore
Riproduzione riservata