fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Bollito d'estate

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

bollito d'estatebollito d'estate

La ricetta ci arriva da Proloco Trastevere, una bottega con cucina dedicata alle produzioni locali e sui piatti tipici della tradizione romana e laziale (via Goffredo Mameli, 23, Roma).

Bollito d’estate

 

Ingredienti per il bollito


1 kg biancostato 
4 carote
2 cipolle bianche
3 coste sedano 
bacche di ginepro q. b.giardinieragiardiniera


Ingredienti per la giardiniera 


2 zucchine
3 carote
3 gambi di sedano
3 peperoni
1/2 cavolfiore bianco
1/2 cavolfiore viola
10 asparagi
15 fagiolini
1/2 sedano rapa
5 cipolline 
1 l di acqua
500 ml di aceto bianco
250 g di zucchero
50 g di sale grosso
5 foglie di senape
15 grani di pepe  
10 bacche di ginepro

finocchietto selvatico 

 

Procedimento


Scaldare la pentola, inserire il biancostato e farlo rosolare per  chiudere le fibre, aggiungere le verdure mondate a pezzi e l’acqua fino a coprirlo.

Dal momento del bollore cuocere per due-tre ore (o tempo equivalente in pentola a pressione).  A piacere unire le bacche di ginepro.

Scolare il biancostato ormai stracotto e sfilacciarlo. Fare ridurre il brodo in modo che diventi un fondo. 

 

Per la giardiniera 


Preparare lo sciroppo con acqua portata a bollore a cui viene poi aggiunto zucchero e sale. Fare raffreddare.

Nel frattempo pulire e mondare le verdure tagliandole a dadoni. Unire allo sciroppo a temperatura ambiente l’aceto.

Inserire nei vasi di vetro sterilizzati e unire lo sciroppo a coprire tutte le verdure, aggiungere le spezie. Chiudete i vasetti con il tappo a chiusura ermetica.

Mettere i vasetti all’interno di una pentola capiente e riempirla con acqua a filo dei vasetti. Porre la pentola sul fuoco e portare ad ebollizione.

Calcolare due minuti dal momento in cui l’acqua bolle, poi spegnere e lasciare raffreddare i vasetti all’interno del liquido caldo.

Quando l’acqua si sarà raffreddata, estrarre i vasetti, asciugarli ed etichettarli. Conservarli in dispensa per almeno due settimane prima di consumarli.

Comporre il piatto con al centro gli sfilacci di biancostato conditi con olio evo, sale, pepe e il fondo. Adagiare attorno la giardiniera e finire con finocchietto selvatico e le foglie di senape.


 

Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata