cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Non solo piatto nasce il menu del Buon Ricordo

Nasce il Menu del Buon Ricordo per Collezionisti di emozioni: lo proporrannoi ristoranti associati all’URBR ai loro ospiti, invitandoli a fare un viaggio nei sapori della propria terra.Dal piatto al menu:  il tradizionale piatto in ceramica non sarà più regalato (come di consuetudine dalla nascita dell’associazione) a chi degusterà la specialità del locale come “buon ricordo” di una piacevole esperienza culinaria, ma piuttosto a chi sceglierà di fare un’esperienza enogastronomica più completa, degustando il Menu del Buon Ricordo che ciascun ristorante metterà a punto. Si tratterà di un Menu degustazione che, pur nel variare delle stagioni e quindi delle proposte, avrà sempre come punto fermo la specialità – simbolo del locale effigiata sul piatto di ceramica dipinto a mano (oggi come un tempo) dagli artigiani della Ceramica Artistica Solimene di Vietri sul Mare. L’idea è quella di creare una sorta di Giro d’Italia per Collezionisti, dedicato alla scoperta della straordinaria varietà dei territori e della gastronomia della penisola.

A fine 2018 sono entrati a far parte del Buon Ricordo 9 nuovi ristoranti (7 in Italia e 2 all’estero): La Forchetta di Parma, La Locanda dei Beccaria di Montù Beccaria (PV), L’Antico Borgo di Morano Calabro (CS), l’Osteria Al Borgo di Avigliano (PZ), Ciccio Marina di Marina di Carrara (MS), il Ristorante del Porto Menaggio di Menaggio (CO), la Trattoria Bolognesi “Da Melania” di Castrocaro (FC), A Tavola e Le Cherche Midi di Parigi.

L’Unione Ristoranti del Buon Ricordo è stata la prima associazione italiana di imprenditori della ristorazione e ancor oggi è la più numerosa e nota tra i consumatori. Fondata nel 1964, raggruppa un centinaio d’insegne (di cui 9 all’estero fra Europa e Giappone). Da 55 anni salvaguarda e valorizza le tante tradizioni e culture gastronomiche d’Italia, accomunando sotto l’egida della cucina del territorio (a quei tempi scarsamente considerata) ristoranti di città e di campagna, dal Nord al Sud.

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni