cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Autunno goloso da Elliot

ph. ©2018 Giuliano Michelini - Lucky Design Associatesph. ©2018 Giuliano Michelini - Lucky Design Associates

Dopo l’aperitivo di fine estate in terrazza, terrazza panoramica naturalmente, affacciata sui Colli orientali del Friuli (con Applause 2010 di Collavini ci hanno servito Mazzancolle e piquillo, carota e balsamico, meringa di polenta e tartufo, lattuga di mare fritta) da Elliot Hotel&Restaurant (Manzano, via Orsaria 50) la cena trailer riservata alla stampa si è rivelata un susseguirsi di straordinarie sorprese culinarie e un’ulteriore conferma della bravura e professionalità crescenti dello chef Andrea Fantini e della sua brigata di cucina.  L’occasione era appunto la presentazione della terza edizione di Autunno goloso, con nove appuntamenti speciali fatti di cene a quattro mani con chef ospiti e serate di declinazione creativa dei prodotti di stagione, in abbinamento con vini di prestigiose aziende locali. E i produttori non sono mancati all’appuntamento: Schiratti di Ronc Soreli con la Ribolla gialla, Ermacora con il Pinot bianco, Adriano Gigante con il Friulano storico 2016, Paolo Rodaro con Refosco Romain 2012 e Pra Zenar Verduzzo friulano 2015. La zucca al 100% in sei declinazioni di colore e consistenze (foto di apertura) ha subito appagato il nostro palato.

Apprezzata la carne cruda di vitello con porcini e pimpinella.

 Da standing ovation i tortelli di farina di carrube ripieni di ricotta di pecora e fichi, serviti in un brodo di prosciutto crudo.

Perfetta sia nella presentazione sia al gusto l’ombrina con finocchi e salsa romesco all’arancia. Fantini ha voluto ancora stupirci con il diaframma di manzo (a molti sconosciuto) polvere di porcini salsa bernese e patate ratte. 

Sempre eccellenti i dolci di Valentina Bertolini: babà e lampone e yuzu pie.

Doppio wow e triplo slurp per piatti che rivelavano la passione e la ricerca con cui erano stati studiati e realizzati.

Un  grazie alla famiglia Beltrame e a Michelangelo Boem, squisiti ospiti.

Ristorante vivamente consigliato da qb. N.B. Alcune delle foto - le più belle of course - sono  ©2018 Giuliano Michelini - Lucky Design Associates

Il programma di ottobre
Si incomincia venerdì 12 ottobre con il pesce: cena a 4 mani con Andrea Fantini e chef ospite Francesco Baldissarutti del Ristorante Perbellini di Isola Rizza (VR). Vini a confronto: Collavini, Costaripa – Mattia Vezzola, Laurent Perrier Champagne.

venerdì 19 ottobre Lo Stoccafisso nella cucina creativa con Andrea Fantini executive chef Elliot Ristorante Serata di selezione del miglior piatto per il “Festival Triveneto del baccalà – ed. 2018”. Organizzato in collaborazione con le confraternite: La dogale del baccalà mantecato di Venezia, la “Venerabile del Baccalà alla vicentina” di Sandrigo (VI) e la “Vulnerabile Stofiss dei Frati” di Rovereto (TN) Vini a confronto: Antico Broilo e Castello di Spessa.

venerdì 26 ottobre Funghi e tartufi tra Friuli e Slovenia: cena a 4 mani con la chef Ksenija Kraišek del ristorante Gostilna Mahorčič di Kozina (Slo). Vini a confronto: Hofstatter, St. Michael-Eppan, Franz Haas
I POSTI SONO LIMITATI, meglio prenotare: tel. 0432 751383 o mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni